SfondoPrepariamoLaDomenicaSe a Babele la confusione è diventava drammatica fino ad scoprire come gli uomini non siano più stati in grado di comunicare e comprendere la lingua dell’altro, anche oggi la storia, la nostra storia, ha tanti segni di confusione che facilmente chiamiamo una Babele. È il dramma di sempre, è la Babele, appunto, ma Babele non è il sogno di Dio, esso è esattamente il contrario. Il sogno di Dio è quello che emerge dal racconto della Pentecoste che Luca ci consegna nel brano degli Atti. Quella mattina di Pentecoste, le diverse culture, le etnie dalle diverse lingue, riescono a ritrovarsi nella comprensione di un'unica parola che affratella, che avvicina, che rompe solitudini. Questa è la Pentecoste e non c'è sfida più grande di questa ovvero la missione più autentica della chiesa nella storia e nel cammino degli uomini, quella cioè di essere sempre segno e luogo che renda possibile la comunione e la favorisca in tutti i modi, affinché davvero, la confusione non domini, la solitudine non dilaghi, l'incomunicabilità non diventi drammatica. E abbiamo bisogno di uomini e donne di comunione, dentro la diversità di vocazioni e di carismi; di persone che in tutti i modi vadano oltre la fatica, la distanza, perché hanno imparato ad amare il sogno di Dio. Perseguirlo come vocazione più importante della loro vita per poi regalare segni solidali nel cammino che il Signore ci chiede di compiere. Paolo lo dice nella forma del “guidato dallo Spirito”, cioè dal vangelo di Gesù e dallo Spirito del vangelo di Gesù, non dalle passioni e dagli interessi, non dai calcoli e dagli interessi, ma dalla limpida parola delle beatitudini del vangelo, così si diventa costruttori di città vivibili, così si diventa costruttori di una comunione e non di una Babele. Paolo ce lo ricorda nel testo della lettera ai Corinzi quando dice sono evidenti le diversità di chiamate, di competenze, di doni, di vocazioni, ma se convergiamo tutti verso un bene che è comune, si edifica il corpo di Cristo e lo si edifica non come il luogo della disgregazione, della dispersione ma come il luogo della fraternità e della comunione, si edifica davvero, ed è vero. E ognuno con il proprio apporto, magari anche con la pochezza e le povere possibilità proprie, ma le gioca, le gioca con una dedizione sincera. E Gesù rende la consegna definitiva; nella pagina del vangelo di Giovanni ci dice che l'accoglienza di questo dono, domanda una profonda obbedienza alla parola del vangelo, “se osserverete la mia parola, rimarrete in me”, e questa è strada maestra, questa è indicazione di vita, questa è la luce della Pentecoste. Il dono dello Spirito è abbinato al nostro amare Gesù, e ad avere fedeltà alla parola che ci ha dato, e questo binomio vorremmo costruirlo nella nostra vita, nella storia di tutti, vorremmo farlo fiorire, per cui la nostra ricerca di amore al Signore è sincera, e questo ci fa pregare: facci dono dello Spirito affinché sostenga le nostre fragilità e le nostre fatiche. Sarà proprio lo Spirito ad attestare la presenza e la vicinanza solidale di Gesù; sarà lo Spirito a ricordare in tutti noi tutto ciò che Gesù ci ha detto; sarà lo Spirito a condurre i nostri passi verso la verità intera. E la sera di Pentecoste spegneremo poi il cero pasquale segno di Cristo risorto, cero che abbiamo acceso nella veglia della notte di Pasqua; ma lo spegneremo non perché scegliamo che Gesù non sia più luce per i nostri passi, no! Lo faremo avendo in noi la convinzione di avere la luce della fede che lo Spirito Santo alimenta giorno dopo giorno. Allora davvero Pentecoste è festa delle genti, è festa della luce, festa del sogno di Dio che immagina così la vita dei suoi figli.

Cfr At 2,1-11; sal 103/104; 1 Cor 12,1-11; Gv 14,15-20

Prossimi appuntamenti

No events

Orari Celebrazioni

piazza

 Feriale tranne il venerdì in periodo di Quaresima
ore 18.00

Prefestivo
ore 18.00

Festivo
ore 11.00
ore 18.00

Sgalis

I Sgalis de Poasch e Sorighèe te cùnten su

Le origini del nostro territorio

cielo sole

Il Nocciolo

Scarica l'ultimo numero del bollettino parrocchiale

 

nocciolo whatsup

Il Nocciolo WhatsApp

Scopri come ricevere le notizie della nostra parrocchia su WhatsApp

agenda

Eventi

Tutti gli appuntamenti nella nostra parrocchia e non solo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione CookiePolicy