Non categorizzato

CatAdultiQuesta pagina è dedicata ai percorsi di “catechesi adulti” della nostra parrocchia.
Qui potrai trovare i vari percorsi che periodicamente vengono proposti alla riflessione e meditazione personale.

  • Il roveto ardente: è il percorso di Parola e testimonianza che abbiamo pensato e realizzato durante il primo lockdown della pandemia Covid, vissuto nel mese di marzo-aprile. Ci siamo messi in dialogo con la Parola e abbiamo ascoltato alcuni testimoni raccontarci le vite dei santi che hanno vissuto concretamente quella Parola
  • Il circo della farfalla: è il percorso che iniziamo in questo nuovo anno pastorale, ancora segnato dalla pandemia. Ci lasciamo provocare dal cortometraggio da cui abbiamo preso il titolo di questi incontri. Lasciando sullo sfondo i diversi “capitoli” in cui lo abbiamo diviso, abbiamo cercato di trovare nella Parola delle piste di riflessione e delle proposte di meditazione.
  • La lettura continuata del vangelo di Marco: saranno incontri settimanali in cui metteremo al centro la Parola: proveremo a leggere un vangelo insieme, il Vangelo di Marco. Non sarà una lettura esegetica nel senso stretto del termine, ma sarà una lettura “esperienziale” di quello che la Parola dice a chi l’ascolta e prova a raccontare questo suo ascolto e “propositiva” per chi riceve questa possibilità di conoscenza e meditazione di tutto il Vangelo.

Quello che riportiamo nel riquadro qui sotto è un metodo, non l’unico, ma sicuramente un metodo utile per vivere questi momenti pensati “insieme” e vissuti “personalmente”.
Buon ascolto e buona preghiera

La preghiera è un incontro personale con il Signore. Scegli un tempo e un luogo che aiuti a questo incontro. E poi osserva le tappe seguenti:

PRESENZA
Mi metto in presenza del Signore mendicando il dono della preghiera e della concentrazione. Chiedo al Signore che tutte le mie energie convergano verso questo incontro. Penso con quanto amore mi sta conoscendo e guardando in questo momento. Poi:
“Composizione guardando il luogo”: utilizzo la mia immaginazione per farmi una “icona interiore” della scena che sto per meditare.
“Chiedo ciò che voglio e desidero”: entro in relazione diretta col Signore chiedendo un dono ben preciso, in una formulazione che posso ripetere spesso.

MEDITAZIONE
Leggo e rileggo il brano. Mi fermo dove una parola mi colpisce, dove “trovo gusto”, senza fretta di andare avanti. “Non è il tanto sapere che riempie e soddisfa l’anima ma il sentire e gustare le cose interiormente”. Sulla parola che mi colpisce metto in moto la mia memoria (che cosa mi ricorda?), la mia intelligenza (che cosa mi fa capire?), la mia volontà (che desideri fa nascere in me?).

COLLOQUIO
Parlo col Signore “come un amico parla con l’amico”. E non ho paura di “versare” in Lui tutta la mia “morte” del cuore affinché Lui versi in me la sua vita. E’ la “conversazione”.

REVISIONE
Dopo la preghiera, in un altro luogo, ripercorro per alcuni minuti il suo andamento. Mi chiedo come è andato il metodo, che parola mi ha colpito di più, e cerco di dare un nome ai sentimenti che mi hanno attraversato

Un saluto da parte di Don Massimo e Don Roberto e un'interessante proposta di catechesi, in questo periodo di forzata vita tra le mura di casa, per le nostre tre parrocchie.

Celebriamo Pasqua 2020 1CELEBRIAMO partecipando alle celebrazioni attorno al nostro Arcivescovo: non saremo in Duomo con lui, né nelle nostre chiese, con la comunità. Ma siamo comunque ATTORI della CELEBRAZIONE.
CELEBRIAMO anche nelle nostre case, con le persone che vivono con noi, attraverso segni, gesti, preghiere: non è una semplice preghiera, ma può essere una vera CELEBRAZIONE se scegliamo di metterci tutto noi stessi.

Abbiamo predisposto il materiale che riguarda la celebrazione della domenica delle Palme, Giovedì Santo, Venerdì Santo, Sabato Santo e domenica di Pasqua. Sono suggerimenti (testi, immagini, preghiere, segni, gesti) che presuppongono il desiderio di CELEBRARE in casa, con la nostra famiglia. Richiedono anzitutto una scelta: dedicare quindi tempo per PREPARARE LA PASQUA, proprio come hanno fatto i discepoli di Gesù.

Scarica il sussudio completo (PDF)

Quaresima 2020 imm Sussidio 1«“Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro» (Mt 18,20)”. E ne sentiamo la presenza non solo se accompagniamo la santa Messa in televisione o sul web, ma anche e soprattutto se dallo Spirito Santo ci lasciamo radunare, qui, nella nostra casa nel suo nome – spiega nell’introduzione don Mario Antonelli, Vicario episcopale per l’Educazione e la Celebrazione della Fede -. Nome di Gesù ascoltato nel racconto del suo amore, del suo morire, del suo risorgere. Nome di Gesù invocato nella gratitudine per la gioia di essere figli e fratelli e nella speranza che tutti la accolgano. Nome di Gesù cantato come consolazione di Dio e luce per questi nostri giorni di struggente tribolazione. Qui, nella nostra casa, trama di affetti impegnativi e dolcissimi, intreccio quotidiano di responsabilità, parole, gesti e silenzi per l’amore e il perdono: dimora ospitale di Dio, piccolo cenacolo di Gesù, tempio dello Spirito Santo».

«Non ci bloccherà l’impaccio, non ci nasconderemo dietro un senso di inadeguatezza – prosegue il Vicario -. Sentiamo il desiderio di dire la fede, di celebrarla insieme, con i nostri figli, con le persone più care, nella semplicità di umili e lieti discepoli di Gesù: qui, nella nostra casa. Nel raccoglimento della celebrazione domestica, ascoltiamo il gemito del mondo e la musica del Vangelo, sentiamo il pianto di Dio e il profumo dell’amore che vince la morte, resistiamo nella sofferenza come nel dolore di un parto: qui, nella nostra casa. Buona e santa Pasqua! Qui, nella nostra casa».

TESTI PER LA CELEBRAZIONE DOMESTICA

Testo completo (clicca)

Introduzione (clicca)

DOMENICA DELLE PALME (5 aprile)

Per famiglie con bambini e ragazzi (clicca)
Per adulti e famiglie con adolescenti e giovani (clicca)

GIOVEDÌ SANTO (9 aprile)

Per famiglie con bambini e ragazzi (clicca)
Per adulti e famiglie con adolescenti e giovani (clicca)

VENERDÌ SANTO (10 aprile)

Per famiglie con bambini e ragazzi (clicca)
Per adulti e famiglie con adolescenti e giovani (clicca)

SABATO SANTO (11 aprile)

Per famiglie con bambini e ragazzi (clicca)
Per adulti e famiglie con adolescenti e giovani (clicca)

DOMENICA DI RESURREZIONE (12 aprile)

Celebrazione per tutti (clicca)

Gli orari delle messe nel fine settimana

Sabato
ore 17.00

Domenica
Ore 11.00 - 17.00

In questo periodo gli spostamenti sono vietati anche all'interno del nostro comune essendo noi in zona rossa.
Cerchiamo di essere responsabili
Se non te la senti ancora di partecipare di persona, trasmetteremo sul canale YouTube "DistantiMaUniti Sempre" una delle messe del fine settimana. Generalmente sarà la domenica mattina alle ore 11.00
Se già ricevi le notizie e comunicazioni della nostra parrocchia su whatsapp, riceverai il link qualche minuto prima dell'inizio della celebrazione, se ancora non le ricevi segui queste istruzioni per riceverle:
http://www.parrocchiapoasco.it/new/index.php/52-contatti-e-social/89-whatsapp

Ci sarà inoltre la possibilità di vedere in TV sul canale 195 la S.messa in diretta dal Duomo

Le celebrazioni si svolgeranno all'aperto nel cortile dell'oratorio se il tempo lo permette. In caso di maltempo la messa si svolgerà in chiesa.

Il cortile dell’oratorio può contenere 120 persone mentre la chiesa circa 50 persone.

Si deve arrivare per tempo per permettere le procedure d’ingresso: controllo temperatura, igienizzazione delle mani e domande dei volontari. 🕰

Una volta che i posti sono esauriti o che la messa è iniziata non si potrà accedere al cortile dell’oratorio o alla chiesa: evitiamo polemiche inutili per favore...questa in realtà dovrebbe anche essere una norma di buona educazione a prescindere dall’emergenza attuale😊

Per assistere alla messa all'aperto, copritevi bene sta iniziando a fare freddo.

PER PARTECIPARE ALLA MESSA
È necessaria l’autocertificazione!
In caso di controllo bisogna mostrarla compilata.

Scarica il modulo di autocertificazione:

https://www.chiesadimilano.it/avvocatura/files/2020/11/autocertificazione-5-novembre-fedeli.docx?fbclid=IwAR2BHMJ5cfDJau9YLxrQWiaZKOR6kg9cxBSZpUQP_PPgvGhe3BhIDYhnvt0

Senso di responsabilità e di tutela di sè e degli altri, significa anche che chi è in situazione di fragilità fisica stia in casa.
Celebriamo in comunione anche attraverso la preghiera intima e forte nelle nostre case.
“Ama il prossimo tuo come te stesso”...

Grazie🌻

norme

Messaggio del Vicario episcopale per l’Educazione e la Celebrazione della Fede, don Mario Antonelli, indirizzato ai responsabili delle Comunità pastorali, ai parroci, al clero, ai Superiori locali, ai Consigli pastorali e alle Diaconie

Continua a leggere ...

Se puoi metti ... Se non puoi prendi ...

Chiesa Qauresima 2020 1

TUTTO QUELLO CHE AVETE FATTO A UNO SOLO DI QUESTI MIEI FRATELLI PIU PICCOLI, LO AVETE FATTO A ME.

Sgalis

I Sgalis de Poasch e Sorighèe te cùnten su

Le origini del nostro territorio

cielo sole

Il Nocciolo

Scarica l'ultimo numero del bollettino parrocchiale

 

nocciolo whatsup

Il Nocciolo WhatsApp

Scopri come ricevere le notizie della nostra parrocchia su WhatsApp

agenda

Eventi e Celebrazioni

Tutti gli appuntamenti nella nostra parrocchia e non solo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione CookiePolicy