IL LIBRO DE LI PRATI ( XVI SEC.)


In questo quadro si inserisce, nel 1578, un importante codice: “Il libro de li prati di Chiaravalle” che, corredato di schizzi e disegni, ci offre una “fotografia” delle nostre terre, dei villaggi di Sorigherio, di Bagnolo, di Chiaravalle, della cascina Tecchione e di altre a noi vicine. Poasco è menzionato solo in riferimento ai confini delle sue proprietà terriere con quelle dei frati e all’uso delle acque di alcune rogge o fontanili.

Foglio23

Lo schizzo è ricco di riferimenti topografici di particolare importanza.

FAMIGLIE PROPRIETARIE DI TERRE A POASCO

In alto si fa riferimento al “pra dele Becharie”, termine che probabilmente derivava dal “cognome” di una famiglia ( De Bechariis ) proprietaria di terreni nel territorio di Poasco fin dal XIII sec.. Anche la “ Vigna del signor Giovanni Antonio Maggi”, che si trovava verso meridione, testimonia la presenza di un’altra famiglia che aveva beni a Poasco.

CHIESA DI S. STEFANO IN SORIGHERIO

SStefanoSorigherioIn alto a sinistra, corrispondente alla direzione sud-est, è disegnata la chiesetta di S. Stefano. Essa sorgeva lungo la strada che da Chiaravalle porta a Poasco in corrispondenza di una curva ad esse , ancora oggi esistente. Il prato vicino si chiama ancora oggi,come da mappale catastale, “Pra S. Stefano”. S. Stefano in Sorigherio, come già detto, occupava la posizione, di un “ Termine” romano, quindi potremmo far risalire la sua origine al IV sec. d.C. circa. Dai documenti delle visite di S Carlo Borromeo, risulta che il cardinale, avendola vista spoglia e senza alcuna rendita, ne dispose l’abbattimento il 26 novembre 1579. La chiesa è scomparsa e oggi non vi è più traccia neppure della croce posta da S. Carlo sul luogo.

Il proverbio del giorno

Al var pùuse ciapàn pòcch e spendan minga che ciapàn tanti e spendan pùuse.
( Vale di più guadagnare poco e non spenderne che guadagnare tanto ma spenderne più di quanto si è guadagnato.)

Celebrazioni nel fine settimana

Sabato

17.00: Santa Messa Vigliliare

Domenica

11.00: Santa Messa (streaming)
17.00: Santa Messa vespertina

Le celebrazione feriali ripendono come di consueto al lunedì e venerdì ore 18 e martedì, mercoledì e giovedì ore 8.30.

Modalità di svolgimento delle celebrazioni

Sgalis

I Sgalis de Poasch e Sorighèe te cùnten su

Le origini del nostro territorio

cielo sole

Il Nocciolo

Scarica l'ultimo numero del bollettino parrocchiale

 

nocciolo whatsup

Il Nocciolo WhatsApp

Scopri come ricevere le notizie della nostra parrocchia su WhatsApp

agenda

Eventi e Celebrazioni

Tutti gli appuntamenti nella nostra parrocchia e non solo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione CookiePolicy