Redazione

PropAvvento2020

Sono proposte, sono modalità diverse da quelle di sempre, ma sempre con la stessa finalità:
vivere in comunità e personalmente il nostro essere di Gesù e il nostro essere in cammino con Lui e verso di Lui.

Le bambine e i bambini, insieme con le loro famiglie, vivranno un percorso che li porterà (speriamo) alla scoperta dell’importanza della preghiera e delle sue diverse modalità; un percorso che i più piccoli sono invitati a fare con i loro genitori, per riscoprire la bellezza e la semplicità della preghiera in famiglia. (schede catechismo)
In dicembre poi vivremo insieme con loro, nelle domeniche pomeriggio, “Il viaggio di Giuseppe e Maria”; le modalità di questo percorso le comunicheremo in base alle varie ordinanze e decreti che usciranno.

Medie

La prima media si troverà ogni settimana via zoom per vivere insieme il postCresima attraverso giochi e proposte pensate per loro.
La seconda e terza media vivrà invece un cammino particolare, “Lo strano percorso”:un viaggio verso il natale da vivere insie-me, anche loro via zoom.

Adolescenti

Le nostre ragazze e i nostri ragazzi hanno iniziato a vivere insieme “Il circo della farfalla”. Dopo aver visto il cortometraggio, stiamo incontrando “artisti” che come il protagonista, trovano il coraggio e l’audacia di essere quello che sono. Il percorso ha al suo interno incontri di ascolto di testimoni, momenti di preghiera, momenti di scambio a piccoli gruppi, il tutto vissuto al momento via zoom.

Per gli adulti abbiamo iniziato un duplice percorso.

1.Il circo della farfalla
Dopo aver visto il cortometraggio, ogni settimana ne rivedremo un frammento che servirà da introduzione alla riflessione sulla Parola di Dio proposta per quell’incontro.

2. La lettura corsiva del vangelo di Matteo
Iniziamo la lettura del Vangelo di Matteo e il nostro desiderio è quello di leggerlo per intero. Ogni settimana ci sarà una proposta di lectio e di meditatio che aprirà la possibilità alla preghiera personale.

3. Il vangelo del giorno
Ogni giorno alle 6.30 è poi sempre possibile ricevere il Vangelo che la liturgia propone, con una semplice proposta di riflessione per iniziare la giornata.

Benedizioni

Come penso sia facile intuire, quest’anno non potremo passare di casa in casa. Abbiamo pensato di essere comunque presenti con un piccolo gesto per questo Natale. Ogni famiglia riceverà “l’immaginetta di Natale” con una lettera in cui spiegheremo quello che abbiamo in mente.

LaCarita

“I poveri li avrete sempre con voi” ci ha detto Gesù. Da qui a Natale organizzeremo una giornata della Carità in cui raccoglieremo generi alimentari per le famiglie che in questo momento sono in difficoltà e per chi si avvale del servizio della mensa di Certosa a San Donato.
Anche la colletta alimentare cambia modalità. L’iniziativa storica del Banco Alimentare vedrà quest’anno una Colletta “dematerializzata”: dal 21 novembre all’8 dicembresaranno disponibili alle casse dei supermercati delle card da 2, 5 e 10 euro che verranno convertite in prodotti alimentari per tante persone in difficoltà.

Strumenti

www.parrocchiapoasco.it: sul nostro sito potrete trovare le schede per gli adulti e per i bambini, oltre che diverso materiale per la preghiera e la riflessione personale.

Il nostro canale youtube DistantiMaUnitiSempre dove ogni domenica alle 11.00 viene trasmessa in diretta la celebrazione eucaristica: iscrivetevi per ricevere la notifica dell’inizio della celebrazione.

Il nocciolo WhatsApp: è un modo “immediato” in cui ricevere:

1.Informazioni riguardanti la vita parrocchiale
2.Rimandi al sito per i vari incontri proposti

Chi non fosse ancora inserito nella lista del nocciolo WhatsApp, può farlo segurndo queste indicazioni

CambioRitoMessa

Siamo ormai vicini al cambiamento del messale, sia quello di rito romano che quello di rito ambrosiano: dal prossimo 29 novembre, terza domenica di Avvento (prima per il rito romano). In attesa della nuova edizione del Messale ambrosiano, l’arcivescovo Mario ha approvato il “Rito della Messa per le comunità di rito ambrosiano”

Perchè cambiare?

Nel Motu Proprio “Magnum Principium” di Papa Francesco, del 3 settembre 2017, si sottolinea la necessità di procedere ad una revisione della traduzione con la preoccupazione di rendere “fedelmente il senso del testo originale”, nella convinzione che la fedeltà non coincide con una semplice letteralità formale ma si esprime nel rispettare il senso del testo originale. Una delle novità più impegnative è l’inserimento della dicitura “fratelli e sorelle” dove finora, ad esempio nella formula penitenziale del “Confesso a Dio onnipotente”, si parlava solo di “fratelli”.
Si tratta di venire incontro alla sensibilità sociale odierna e, nello stesso tempo, si sottolinea come vi sia un’attenzione sempre più marcata relativamente alla presenza delle donne nella Chiesa.

Altro piccolo cambiamento nel Gloria, dove l’espressione “uomini di buona volontà” viene cambiata in “uomini, amati dal Signore”.

La novità che ha suscitato più scalpore è quella che riguarda la nuova versione del Padre Nostro, già presente nella Bibbia CEI del 2008 che aveva trasformato il “come noi li rimettiamo ai nostri debitori” aggiungendo un “anche” al noi e codificando “non abbandonarci alla tentazione” invece del “non ci indurre in tentazione”. Possono sembrare inezie o superflui aggiustamenti, invece definiscono un preciso orizzonte teologico.
Ad esempio, l’aggiunta di quel “anche” è per rispettare l’andamento del testo, sia greco che latino, per una scelta di aderenza al testo originale. Quanto poi al “non abbandonarci alla tentazione” si tende a chiarire decisamente che non è Dio che ci provoca alla tentazione poichè Dio è custode del cammino dei suoi fedeli e, anche quando questi sono nella tentazione, non permette che siano vinti.

Faremo in fretta ad imparare le nuove formulazioni, anche perchè si raccomanda che, almeno per le prime domeniche, ci sia una voce guida che possa aiutare l’assemblea intera. Sono cambiamenti che hanno lo scopo di aiutare la comprensione del mistero celebrato: comprendere, celebrare e vivere sono modalità corrette per aprirsi alla novità che non cancella la tradizione ma la rende attuale attraverso un linguaggio ed una ritualità più facilmente accessibili alla cultura odierna.

Pubblichiamo di seguito uno schema delle variazioni che riguardano le risposte e le preghiere del popolo dei fedeli.

AttoPenitenziale

Gloria

PadreNostro

RitiComunione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SMariaAssuntaIl mese mariano ci offre l’opportunità di conoscere la figura vera di Maria.
Noi ci siamo inventati delle immagini false di Lei. Le abbiamo messo delle corone sulla sua testa, degli angioletti accanto, dei basamenti per innalzala al sopra di tutti... Dobbiamo vedere Maria come una di noi: una donna, una sposa, una mamma che è vissuta in mezzo ad un popolo schiavo della dominazione straniera.
La sua vita è stata, come quella di tutte le donne, ricca di gioie e di dolori, di paure e di speranze.
È beata perché ha creduto e saputo dire di si al progetto del Signore. E nella sua vita ha cantato la grandezza di Dio, le sue meraviglie realizzate in lei e nel suo popolo. Noi chi ascolteremo, chi serviremo, quali progetti realizzeremo? Dio ci ha fatto a Sua immagine e somiglianza; Gesù è venuto per vivere in mezzo a noi proponendoci un modello di vita, perché sappiamo donarci, perdonare, andare incontro alle necessità, senza misura, come ha fatto Lui.

Ecco come la nostra comunità cercherà di vivere intensamente questi giorni:

Leggi tutto: Maggio in parrocchia

Come vivono la Via Crucis i cristiani che oggi sperimentano personalmente il dramma della persecuzione? In questo Venerdì Santo proponiamo una Via Crucis che arriva dalla Siria, il Paese ormai da anni devastato dalla guerra. A scrivere queste meditazioni è stato l’arcivescovo maronita di Damasco, Samir Nassar. Le proponiamo in una traduzione a cura di chicercate.net da questo testo apparso in inglese.

Leggi tutto: La Via Crucis dei cristiani della Siria

“Non si può distogliere lo sguardo e voltarsi dall’altra parte per non vedere le tante forme di povertà che chiedono misericordia. Non mi stancherò mai di dire che la misericordia di Dio non è una bella idea, ma un’azione concreta.La misericordia non è un fare il bene “di passaggio”, è coinvolgersi lì dove c’è il male, dove c’è la malattia, dove c’è la fame, dove ci sono tanti sfruttamenti umani. La verità della misericordia, infatti, si riscontra nei nostri gesti quotidiani che rendono visibile l’agire di Dio in mezzo a noi. Voi esprimete il desiderio tra i più belli nel cuore dell’uomo, quello di far sentire amata una persona che soffre.”

Papa Francesco

Per iniziare a vivere quanto ci ha detto Papa Francesco, ci viene proposta la 20ma Giornata nazionale della Colletta Alimentare che si terrà il 26 novembre.

I ragazzi delle nostre 3 parrocchie, già da diversi anni vivono questa esperienza con entusiasmo e disponibilità. E’ possibile partecipare anche per gli adulti, donando alcune ore della propria giornata come volontario.

A Poasco, saremo presenti tutta la giornata presso gli Alimentari Curtarelli. Chi volesse aderire e non ha dato il suo nome durante le messe, può rivolgersi a Claudio Speranza o a don Massimo entro mercoledì 23 novembre.

Sottocategorie

Gli orari delle messe nel fine settimana

Sabato
ore 17.00

Domenica
Ore 11.00 - 17.00

In questo periodo gli spostamenti sono vietati anche all'interno del nostro comune essendo noi in zona rossa.
Cerchiamo di essere responsabili
Se non te la senti ancora di partecipare di persona, trasmetteremo sul canale YouTube "DistantiMaUniti Sempre" una delle messe del fine settimana. Generalmente sarà la domenica mattina alle ore 11.00
Se già ricevi le notizie e comunicazioni della nostra parrocchia su whatsapp, riceverai il link qualche minuto prima dell'inizio della celebrazione, se ancora non le ricevi segui queste istruzioni per riceverle:
http://www.parrocchiapoasco.it/new/index.php/52-contatti-e-social/89-whatsapp

Ci sarà inoltre la possibilità di vedere in TV sul canale 195 la S.messa in diretta dal Duomo

Le celebrazioni si svolgeranno all'aperto nel cortile dell'oratorio se il tempo lo permette. In caso di maltempo la messa si svolgerà in chiesa.

Il cortile dell’oratorio può contenere 120 persone mentre la chiesa circa 50 persone.

Si deve arrivare per tempo per permettere le procedure d’ingresso: controllo temperatura, igienizzazione delle mani e domande dei volontari. 🕰

Una volta che i posti sono esauriti o che la messa è iniziata non si potrà accedere al cortile dell’oratorio o alla chiesa: evitiamo polemiche inutili per favore...questa in realtà dovrebbe anche essere una norma di buona educazione a prescindere dall’emergenza attuale😊

Per assistere alla messa all'aperto, copritevi bene sta iniziando a fare freddo.

PER PARTECIPARE ALLA MESSA
È necessaria l’autocertificazione!
In caso di controllo bisogna mostrarla compilata.

Scarica il modulo di autocertificazione:

https://www.chiesadimilano.it/avvocatura/files/2020/11/autocertificazione-5-novembre-fedeli.docx?fbclid=IwAR2BHMJ5cfDJau9YLxrQWiaZKOR6kg9cxBSZpUQP_PPgvGhe3BhIDYhnvt0

Senso di responsabilità e di tutela di sè e degli altri, significa anche che chi è in situazione di fragilità fisica stia in casa.
Celebriamo in comunione anche attraverso la preghiera intima e forte nelle nostre case.
“Ama il prossimo tuo come te stesso”...

Grazie🌻

norme

Messaggio del Vicario episcopale per l’Educazione e la Celebrazione della Fede, don Mario Antonelli, indirizzato ai responsabili delle Comunità pastorali, ai parroci, al clero, ai Superiori locali, ai Consigli pastorali e alle Diaconie

Continua a leggere ...

Se puoi metti ... Se non puoi prendi ...

Chiesa Qauresima 2020 1

TUTTO QUELLO CHE AVETE FATTO A UNO SOLO DI QUESTI MIEI FRATELLI PIU PICCOLI, LO AVETE FATTO A ME.

Sgalis

I Sgalis de Poasch e Sorighèe te cùnten su

Le origini del nostro territorio

cielo sole

Il Nocciolo

Scarica l'ultimo numero del bollettino parrocchiale

 

nocciolo whatsup

Il Nocciolo WhatsApp

Scopri come ricevere le notizie della nostra parrocchia su WhatsApp

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione CookiePolicy